Realizzato da 

Idea

Esegui ricerca

 

 

Come segnalare un comportamento inappropriato quando si gioca ai videogiochi?

Image

Alcuni titoli danno la possibilità ai giocatori di connettersi con altri utenti al loro interno. I videogiochi online sono spazi in cui le persone possono immaginare, esplorare e, soprattutto, divertirsi con altri giocatori. Per i bambini queste interazioni possono avvenire con i compagni di scuola, gli amici o con altri giocatori sconosciuti. Come genitore, hai sempre la possibilità di bloccare le interazioni online di tuo figlio quando videogioca: puoi bloccare altri giocatori, limitare completamente le funzioni di comunicazione o limitarle solo per alcuni specifici titoli. Se scegli di permettere a tuo figlio di interagire con altri giocatori, puoi tenerlo al sicuro usando gli strumenti di controllo parentale come quelli menzionati di seguito.

Usa gli strumenti di controllo parentale

Gli strumenti di controllo parentale ti permettono di gestire le interazioni online di tuo figlio attraverso un'applicazione per smartphone. Ti consigliamo di utilizzare questi strumenti non solo per monitorare il tempo di gioco, ma anche per avviare discussioni con tuo figlio su ciò che gli è permesso fare e su ciò che dovrebbe sapere riguardo agli strumenti di segnalazione, ovvero alle funzioni che permettono di bloccare i giocatori o segnalare comportamenti inappropriati.

Raccomandiamo sempre di impostare il controllo parentale prima di dare a tuo figlio la possibilità di accedere al dispositivo. Prenditi del tempo in più per farlo, così come per impostare gli account dei genitori e dei figli, entrambi attivabili con semplici click.

Gli strumenti di controllo parentale sono progettati per aiutarti nel tuo ruolo di genitore, ma non sostituiscono il tempo che tu e tuo figlio potete trascorrere insieme giocando o parlando dei videogiochi che più gli piacciono.

 

Conosci le regole delle community, la funzione di blocco e gli strumenti di segnalazione nel gioco

Regole e linee guida delle community: ogni videogioco ha regole e linee guida interne alla community che i giocatori online devono rispettare. Se non lo fanno, possono essere bloccati, banditi o vedere chiuso il proprio account. Per garantire la sicurezza all'interno dell'ambiente di gioco online, oltre alle regole delle community, vengono utilizzati strumenti di protezione come limiti di età, strumenti di segnalazione, software di filtraggio, moderazione e strumenti di muting. Questi processi sono imposti dal Codice di condotta PEGI.

Bloccare i giocatori fastidiosi: Mentre si gioca, e senza interferire con il gameplay, tuo figlio può bloccare o sbloccare altri giocatori per impedire di inviare messaggi o avviare chat vocali con eventuali giocatori che possono importunarlo. Quando questi giocatori vengono bloccati, tuo figlio non sarà più in grado di ricevere richieste di amicizia, messaggi o inviti a giocare da parte loro. Anche se non giochi con tuo figlio, assicurati che lui sia consapevole di potere attivare questa funzione autonomamente. Come genitore puoi fornire a tuo figlio gli strumenti di cui ha bisogno per prendere le giuste decisioni. E se è consapevole di avere la tua attenzione, sarà più facile e naturale per lui condividere la sua esperienza di gioco online con te.

Segnalare i contenuti: qualora tu o tuo figlio vi imbattiate in comportamenti inappropriati come linguaggio scorretto, bullismo, trolling, avance indesiderate o inappropriate, comportamenti minacciosi, o se vi dovesse capitare di incontrare altri giocatori che incoraggiano l'autolesionismo, potete segnalarli immediatamente utilizzando gli strumenti di segnalazione presenti su tutte le console. Ecco come:

Cosa succede quando si segnala un contenuto inappropriato?

Ogni segnalazione viene esaminata da un team di moderatori per determinare se il comportamento segnalato viola le regole della community o il codice di condotta della piattaforma online su cui si sta giocando. In caso affermativo, il contenuto viene rimosso e vengono prese misure appropriate contro il giocatore che lo ha condiviso. I giocatori sospesi non hanno modo di sapere chi ha presentato il reclamo quando questo viene registrato. Questo salvaguarda la tua privacy e la tua sicurezza.

I bambini conoscono la tecnologia. I genitori non sono così indietro

Molti genitori conoscono i controlli parentali e le impostazioni familiari presenti sui dispositivi di gioco. Tuttavia, non tutti sono consapevoli della presenza di strumenti di segnalazione interni al videogioco.

Da una recente indagine condotta da IPSOS MORI per ISFE tra giocatori e genitori è emerso infatti che, se da un lato un gran numero di genitori attiva le impostazioni familiari (96%), dall’altro non tutti sono a conoscenza degli strumenti di segnalazione integrati all’interno dei videogiochi. Inoltre, si è notato che i giocatori dagli 11 anni in su sono quelli più propensi a utilizzare gli strumenti di segnalazione. Il nostro auspicio è che questo articolo aiuti i genitori e i giocatori a utilizzare gli strumenti di segnalazione integrati esistenti, oltre a fornire informazioni ai genitori su come garantire un ambiente online sicuro per i propri figli nel caso in cui interagiscano con altri giocatori quando videogiocano.