Realizzato da 

Idea

Esegui ricerca

 

 

  14 apr 2021

Quanto tempo è giusto lasciare i bambini giocare con i videogiochi?

Differenziamo i tempi di gioco in base all’età, al tipo di videogioco e di supporto. L’obiettivo è insegnare ai bambini a gestire gradualmente un tempo concordato (anche con l’aiuto del parental control).

Sono tanti i fattori influiscono sulla valutazione del tempo:

  1. Età del bambino: il tempo di gioco può aumentare con l’età, ma proponiamo sempre brevi pause nel tempo di gioco e distinguiamo gli orari anche in base al momento della giornata/settimana.
  2. Totale di tempo su monitor: sommiamo i tempi di televisione, smartphone, tablet e videogiochi, e ricordiamo che per la rielaborazione dei contenuti è meglio preferire una fruizione attiva (il bambino deve compiere delle azioni), piuttosto che una passiva (il bambino guarda). Nelle ore preserali invece è meglio abbassare i ritmi e proporre stimoli più tranquilli.
  3. Tipo di supporto di gioco: più piccolo è lo schermo, più affaticante è la concentrazione; al contrario, uno schermo più grande aumenta l’immedesimazione nel mondo virtuale, quindi coinvolge maggiormente. Regoliamo i tempi anche in funzione del numero di giocatori: più siamo, più interagiamo e siamo quindi meno fissi sul gioco.
  4. Giochi a partite/sfide o giochi di esplorazione e costruzione: per le mini partite o sfide o in generale i giochi a tempo si possono contrattare un certo numero di tentativi, per altri tipi di videogiochi bisogna invece fissare un obiettivo (realistico) da raggiungere o un tempo di gioco.

Ricordiamo che i sistemi di controllo parentale permettono di fissare tempi di fruizione quotidiana/settimanale. È importante che crescendo i bambini imparino a regolare il loro tempo di gioco («Ho un’ora di tempo: come e quando la voglio usare?»). Coinvolgere i bambini che crescono nella gestione delle loro attività significa responsabilizzarli, renderli più sicuri e…. limitare gli interventi diretti dei genitori!

In questa sezione
Quanto tempo è giusto lasciare i bambini giocare con i videogiochi?

Differenziamo i tempi di gioco in base all’età, al tipo di videogioco e di supporto. L’obiettivo è insegnare ai bambini a gestire gradualmente un tempo concordato (anche con l’aiuto del parental control).

Sono tanti i fattori influiscono sulla valutazione del tempo: Età del bambino : il tempo di gioco può aumentare con l’età, ma proponiamo sempre brevi pause nel tempo di gioco e distinguiamo gli orari anche in base al momento della giornata/settimana.
Scopri di più
I videogiochi possono essere davvero “educativi”? A tutte le età?

Quando usati correttamente, i videogiochi offrono molte potenzialità educative, ma è importante distinguere piani diversi di apprendimento e ragionare sempre su quello che si fa quando si gioca.

I videogiochi sono stati definiti “palestre di apprendimento”, ma dobbiamo chiarire a quali tipi di apprendimento ci riferiamo.
Scopri di più
Che tipo di giocatore è mio figlio?

Osservare come i propri bambini e ragazzi si approcciano al gioco, quali generi scelgono, quanto tempo dedicano a questa attività aiuta a conoscere più da vicino la loro passione e comprendere meglio loro.

Le ricerche sul mondo dei videogiochi mettono spesso in luce come i genitori conoscano molto poco del mondo di gioco dei propri figli.
Scopri di più
Le tecnologie digitali sono sviluppate per attirare e conservare la nostra attenzione.
Scopri di più
Il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (in inglese ADHD - Attention Deficit Hyperactivity Disorder), è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato da difficoltà nel mantenimento dell'attenzione, eccessiva attività o impulsività.
Scopri di più
Molte associazioni e istituzioni hanno diffuso delle raccomandazioni in base alle fasce di età, ma in realtà non esiste uno schema universalmente accettato. Del resto, esistono molti tipi di videogioco.
Scopri di più
Scegliere il videogioco più giusto per tuo figlio è la base che ti permetterà sia di evitare che il tuo ragazzo entri in contatto con realtà e situazioni per lui ingestibili, sia di rilassarti quando lo pensi alle prese con la sua console o con il suo computer.
Scopri di più
Esistono molti software e applicazioni che ti permettono di controllare il dispositivo di tuo figlio.
Scopri di più
Imparare attraverso i videogiochi rappresenta un aspetto spesso non considerato oppure sottovalutato. Per i nostri ragazzi i videogiochi non sono solamente intrattenimento oppure fuga dalla noia, ma sono prima di tutto esperienze, sociali, educative, di vita.
Scopri di più